shutterstock 736138987

Il cura casa è sempre più green

Nel 2020 il comparto ha mostrato performance soddisfacenti, trainate soprattutto dal successo dei prodotti ecosostenibili.

2 agosto 2021 / Press

Nell’anno legato alla pandemia, i prodotti per la pulizia e l’igiene della casa hanno registrato un boom delle vendite, soprattutto quelli riportanti in etichetta caratteristiche di ecosostenibilità.

Questo settore, infatti, ha raggiunto un incremento del 18,1% rispetto al 2019, con un fatturato complessivo di 250 milioni di euro (dati dell’ultima edizione dell’Osservatori Immagino, che ha analizzato 11.577 prodotti).

Tra i claim maggiormente di successo nell’ultimo anno rientra “biodegradabile”: i prodotti riportanti la dicitura sul pack hanno aumentato il giro d’affari del 33,5% , arrivando a superare i 107 milioni di euro. In crescita anche i prodotti con il claim “vegetale” (+8,5%), con 70 milioni di euro (soprattutto guanti usa e getta, detersivi per stoviglie e lavastoviglie). Un +15,8%, inoltre, per i prodotti accompagnati dal claim “plastica riciclata”, che hanno registrato un’importante espansione dell’offerta (+26,1%).

Sono due, invece, i claim con un calo di fatturato: “senza nichel” (-3,4%) e “senza allergeni”, seppur in lieve flessione (-0,8%).